Età minima per giocare d’azzardo legalmente

Come abbiamo puntualizzato spesso, per giocare d’azzardo è necessario essere maggiorenni. Questo limite è molto importante considerando soprattutto il fatto che i giovani hanno un grande feeling con la tecnologia digitale. Basta fare una passeggiata per rendersi conto che in giro praticamente non esiste un solo adolescente che non abbia uno smartphone con accesso a internet. Ovviamente i giovani sono una categoria particolare che magari tende a sottovalutare i rischi, quindi è stato necessario introdurre dei limiti onde evitare il dilagare di fenomeni di grave dipendenza dal gioco (che tuttavia è impossibile scongiurare del tutto).

Perché bisogna essere maggiorenni per giocare

Questo è anche uno dei motivi per cui la registrazione ad un casinò online necessita di essere completata tramite l’invio di una copia del età minimadocumento d’identità: in questo modo l’AAMS potrà capire chi c’è realmente dietro un account di gioco e, eventualmente, impedire l’accesso qualora il soggetto in questione non sia in regola con i requisiti previsti dalla legge. Come saprete, comunque, il divieto per i minorenni non sorge tutto ad un tratto con la creazione dell’AAMS e con la nascita dei casinò online, ma vigeva già da tempo. Infatti, secondo la legge, un minore di 18 anni non può neanche entrare in un punto scommesse o recarsi a giocare pochi euro al Lotto o al Superenalotto. Eppure tutti sappiamo che nella realtà le cose vanno un po’ diversamente, nel senso che spesso e volentieri il rispetto della legge è lasciato al senso di responsabilità degli esercenti e i controlli spesso latitano.

Sappiamo che, nonostante i divieti, il gioco è invece un fenomeno abbastanza diffuso anche tra giovani che, per legge, dovrebbero esserne totalmente esclusi, come quelli che rientrano nella fascia tra i 14 ed i 17 anni. Ciò naturalmente comporta un grave allarme sociale e anche per questo motivo tutti i casinò online sono molto attivi nelle campagne sul Gioco Responsabile, visto che comunque devono svolgere un ruolo di prima linea, per così dire, nell’impedire l’accesso al gioco d’azzardo a chi non ne ha titolo. Uno dei motivi per cui il governo ha deciso di legalizzare il gioco (oltre alla costante necessità di creare una fonte di gettito fiscale) è rappresentato proprio dalla necessità di creare un ambiente protetto ed assoggettabile a controlli di varia natura, cosa che sarebbe impossibile da realizzare se l'azzardo fosse rimasto nelle mani della malavita.

Minori e gioco d'azzardo: come difendersi

Finché il gioco d’azzardo rimaneva confinato nell’ambito dell’illegalità, era troppo semplice per chiunque scommettere a piacimento. Con la creazione dell’AAMS e di tutto il complesso di norme sul gioco a distanza, invece, si è cercato di porre una serie di paletti all’interno di un sistema che rischiava di divenire incontrollabile, ed i risultati sono piuttosto efficaci. Inoltre, il fatto che i casinò online permettano di giocare da subito (anche nel periodo antecedente alla convalida dell’iscrizione con l’invio del documento d’identità) non deve essere considerato come un incentivo a giocare, anche perché in tale fase nessuna vincita potrà mai essere prelevata. Lo si può anzi considerare un bel deterrente, perché in tali situazioni tutti i soldi spesi verrebbero sprecati.

In ogni caso, se in famiglia ci sono dei minori, sappiate che la prima barriera difensiva deve essere eretta proprio all’interno delle mura domestiche. Potete usare molti strumenti per impedire ai vostri figli (o nipoti) di visitare determinati siti. In primo luogo, mettete da parte tutti i bei discorsi sulla fiducia e sulla riservatezza: controllate periodicamente la cronologia dei browser per verificare quali siti sono stati visitati. Internet, del resto, è un luogo ricco anche di altro genere di pericoli, quindi se vi sta a cuore la sicurezza dei vostri cari, controllate spesso. In secondo luogo, valutate la possibilità di bloccare il computer tramite password quando non siete in casa e non potete sorvegliare i vostri figli. È possibile, inoltre, attivare delle opzioni di sicurezza più elevate, come il blocco dei siti per adulti. Purtroppo se usate Windows 10 non è più possibile creare account Guest senza privilegi da Amministratore, ma potete utilizzare un'estensione per il browser Firefox come BlockSite, che permette di creare una lista di siti indesiderati bloccando così l'accesso.