Gioco Responsabile

Con l'espressione Gioco Responsabile si individuano una serie di misure di vario genere volte a fronteggiare l'insorgere di problemi legati alle ludopatie. Purtroppo si tratta di un problema piuttosto serio che affligge numerosi giocatori d'azzardo che finiscono con lo sviluppare una dipendenza (di ordine psicologico e fisico) dal gioco stesso. Bisogna comunque fare una distinzione onde evitare incomprensioni. Con giocatore patologico non si designano necessariamente tutte le persone che giocano spesso o assiduamente. La patologia è invece propria di chi perde il contatto con la realtà e di chi spende soldi senza neanche rendersene conto, magari sottraendoli a bisogni primari propri o del nucleo familiare, giusto per fare degli esempi. Ancor più grave è il caso di chi, pur di giocare, fa ricorso a prestiti (da amici o, nei casi peggiori, da strozzini) o a furti.  Dato l'alto allarme sociale che tale questione è in grado di generare, si sono posti in essere degli strumenti per fornire innanzitutto supporto a chi riconosce di avere problemi col gioco, ma si sono anche individuati dei sistemi per provare ad impedire che un giocatore sviluppi questo genere di patologie.

Come giocare responsabilmente?

Come avrete notato, tutte le sale da gioco online espongono il bollino della campagna Gioco Responsabile. Cliccando su di esso, potretebaro cezanne accedere ad una serie di informazioni sui principali accorgimenti da prendere durante il gioco per evitare di incorrere in eccessi. Qui vi forniamo un piccolo elenco di precauzioni da prendere:

  1. In primo luogo, fissate dei limiti di puntata massima ed un limite massimo di soldi che potete perdere al gioco. Questo vi aiuterà a contenere le perdite ed evitare puntate irrazionali ed eccessive dettate dall'ansia di rifarvi subito dopo una sconfitta. Per questo genere di situazioni è stato ideato lo strumento dell'autolimitazione. In genere, una buona soluzione consiste nel non scommettere mai quantità di soldi che non potete permettervi di perdere.
  2. Stabilite sempre un tempo massimo di durata della sessione di gioco, in modo da non perdere il senso del tempo finendo per giocare più del previsto.
  3. Giocate solo nei ritagli di tempo libero e fate in modo che il gioco non interferisca mai con le altre attività quotidiane (studio, lavoro, impegni familiari, cura della persona, attività da svolgere con figli, amici o parenti etc.).
  4. Non giocate mai se siete sotto l'effetto di alcool o altre sostanze, nè tanto meno se state provando a guarire da altre forme di dipendenza.
  5. Non guardate al gioco d'azzardo come una possibile forma di riscatto personale o come un'alternativa al lavoro, nè tanto meno come una possibile strada per il pagamento di debiti o la risoluzione di problemi economici di qualsiasi tipo.
  6. Se voi (o un vostro conoscente) ritenete di avere difficoltà a limitare le puntate o altri problemi di dipendenza dal gioco d'azzardo, non esitate a contattare un medico o a cercare aiuto anche via internet: sono parecchi i siti che offrono consulenza e, eventualmente, sapranno indirizzarvi verso delle strutture specializzate nella cura delle dipendenze (come siipac.it, il sito della Società Italiana Intervento Patologie Compulsive).

L'autoesclusione dal gioco d'azzardo

È importante notare che anche i casinò reali aderiscono alla campagna del Gioco Responsabile. Qualora foste in cerca di assistenza anche per il semplice sospetto di aver sviluppato una ludopatia, potrete rivolgervi al personale ed usufruire di strutture dedicate a questo genere di problemi. Inoltre, proprio come avviene nei casinò online, anche nelle sale da gioco fisiche è possibile fare ricorso al provvedimento dell'autoesclusione dal gioco d'azzardo. Con questa misura, in pratica, quando vi recherete ad un casinò vi sarà impedito l'accesso, a meno che non farete pervenire al casinò stesso una dichiarazione nella quale comunicate espressamente che intendete porre fine a tale provvedimento. A seguito di tale comunicazione, il provvedimento di autoesclusione verrà annullato e potrete tornare a giocare senza alcun ostacolo. Ovviamente, chi ha completato un percorso di recupero da una dipendenza legata al gioco d'azzardo farebbe comunque meglio a evitare ogni contatto con casinò e sale da gioco di ogni tipo onde evitare pericolose ricadute.