Texas Hold’em

Il Texas Hold’em rientra nella categoria delle varianti di poker con carte comuni, ed è anzi la più celebre di queste. La fama che ha raggiunto questo gioco è tale che ha quasi raggiunto e superato quella del poker tradizionale. Per giocare a Texas Hold’em si usa un mazzo da 52 carte ed al tavolo possono prendere posto fino a 10 giocatori. Per vincere a Texas Hold’em dovrete semplicemente ottenere il punteggio più alto al termine della mano o, come nel poker normale, rimanere l’unico giocatore attivo spingendo tutti gli altri a lasciare (o, in gergo, foldare).

Guida al Poker Texas Hold'em

Una mano di Texas Hold’em si articola in varie fasi. Si parte con le puntate obbligatorie: il primo giocatore posto alla sinistra del mazziere (chiamato Dealer) punta il cosiddetto Small Blind, mentre il secondo mette il Big Blind. Nei tornei può capitare anche che si usi una puntata obbligatoria per tutti gli altri giocatori che non pagano i due Blind (cioè il cosiddetto Buio). Sempre nei tornei, l’importo del buio varia in quanto cresce ad intervalli regolari, in modo tale anche da facilitare l’eliminazione dei giocatori e scoraggiare l’uso di strategie di gioco troppo conservative che finirebbero con il prolungare a dismisura i tempipoker texas holdem di gioco: nei tornei, infatti, un partecipante rimane in gioco finché non ha perso tutto il proprio stack (vale a dire le fiche in suo possesso) o finché non è più in grado di pagare il buio. Uno dei segreti del successo del Texas Hold'em, infatti, è proprio il suo ritmo serrato che naturalmente favorisce anche il divertimento degli spettatori. A questo punto il Dealer distribuisce due carte a ciascun giocatore che, al termine, dovrà iniziare a puntare. Le opzioni a questo punto sono tre: puntare (si parla di Bet quando si è il primo a scommettere, Call quando ci limita a vedere il Bet di un altro giocatore), rilanciare (o Raise) e Fold (per lasciare il gioco).

Al termine, il Dealer procede iniziando a girare le prime tre carte comuni: questa fase si chiama Flop ed al termine si procede con un altro giro di puntate ed il primo giocatore a parlare è sempre il primo alla sinistra del mazziere. Anche in questo caso, le puntate avvengono secondo le modalità già descritte in precedenza. Dopo il Flop, si svolge il Turn, vale a dire si gira una quarta carta comune e si procede con un altro turno di puntate. Infine, troviamo il River: si gira la quinta ed ultima carta comune e si conclude la mano con l’ultimo giro di puntate. Da notare che nel Texas Hold’em non ci sono limiti al numero massimo di carte comuni che ciascun giocatore può utilizzare: il punteggio finale, quindi, può essere determinato anche soltanto dalle cinque carte in comune (senza quindi usare alcuna delle carte personali) e ciò conferisce a questo gioco una maggiore profondità strategica.

Tuttavia, durante lo showdown (vale a dire la fase in cui i giocatori girano le carte per stabilire il vincitore della mano) può verificarsi anche una situazione di parità tra due o più giocatori. Per risolvere l’impasse si considera il cosiddetto Kicker, ovvero la carta più alta tra quelle non utilizzate per la realizzazione del punteggio. Nel caso in cui tale situazione non basti a superare la parità, è prevista la divisione del piatto. Al termine della mano, ruolo di mazziere (che nei casinò è comunque ricoperto sempre da un dipendente del casinò), big blind e small blind slittano di un posto a sinistra. Per quanto riguarda i punteggi, nel Poker Texas Hold’em valgono le stesse regole del poker americano a 52 carte, quindi il Colore batte la Scala ma non il Full. Ricordate anche che, a differenza di quanto avviene nel poker classico a cinque carte, nel Texas Hold’em non esiste una gerarchia tra i semi, quindi come abbiamo visto in caso di parità non ha alcuna importanza il fatto che il vostro punteggio sia formato da cuori, picche, fiori o quadri.

Come si può vincere a Texas Hold'em? Alcune strategie

Per quanto riguarda le strategie da adottare per vincere a Texas Hold’em, è sempre valido ciò che abbiamo detto a proposito del poker normale. Per quanto la fortuna spesso si riveli una protagonista decisiva, il trucco fondamentale consiste nel mascherare sempre le proprie intenzioni. Se abbiamo delle buone carte iniziali abbiamo due alternative: o cerchiamo di tirar dentro più giocatori possibile ma facendogli sborsare un po’ di soldi, oppure tanto vale usare il cosiddetto trucco dello Slow Play. Lo Slow Play altro non è che una finzione: facciamo capire agli altri giocatori che abbiamo carte schifose quando invece non è così. Gli avversari così saranno invogliati a puntare ed a quel punto potremo rilanciare prendendoli alla sprovvista: questa mossa viene definita in gergo Check-Raise. Così facendo, in pratica, farete pagare algi altri giocatori una sorta di biglietto per continuare a giocare. Così facendo, inoltre, scoraggerete chi ha brutte carte, istigandolo a foldare e togliendogli la possibilità di battervi.

D’altra parte, l’esito della strategia per vincere a Texas Hold’em spesso dipende anche dall’abilità dell’avversario: il trucco consiste nel non dare mai per scontato di essere gli unici furbi seduti al tavolo e che tutti gli altri giocatori siano dei poveri fessi principianti. Nel Texas Hold’em, inoltre, ci sono situazioni invece in cui è più efficace una strategia aggressiva. Puntate sempre in modo deciso e non fatevi intimorire a vostra volta dal gioco degli avversari. Molti cercheranno di minare le vostre certezze facendovi intendere di avere carte buone quando le cose invece non stanno così: di tanto in tanto, anche se non avete carte buone e se la puntata necessaria non è tropo pericolosa per la vostra partita, andate a vedere il loro gioco e in questo modo otterrete due risultati. In primo luogo, potreste scoprire i loro bluff e vincere facilmente la mano anche con un punto molto basso. In secondo luogo, nelle volte successive state sicuri che ci penseranno due volte prima di fare questi giochetti e finirete col destabilizzarli a vostra volta. Ovviamente, può darsi anche che l’avversario non stia bluffando, quindi fate sempre attenzione e usate questo trucchetto per il Poker Texas Hold’em solo quando avete il sospetto che ci sia puzza di bruciato. Come potete capire, si tratta di un gioco in cui l'elemento psicologico gioca un ruolo molto importante.

Il casinò con i giochi più belli

i giochi di GD CasinòGD Casinò, il casinò on line di Gioco Digitale, porta sul tuo dispositivo il meglio del gioco online. Puoi giocare su PC, Linux, Mac, Tablet e Smartphone (Android o iOs) a tutto quello che più ti piace, vista la selezione praticamente illimitata di giochi disponibili.

A tua disposizione innanzitutto il casinò, con i bellissimi giochi LIVE in evidenza, dove puoi controllare con i tuoi occhi cosa succede al tuo tavolo di gioco. Molto vasta anche la selezione di Slot Machine delle migliori marche, alcune delle quali disponibili anche con un jackpot progressivo. Non mancano ovviamente Roulette, 21 (Blackjack), i Videopoker e il gioco del Baccarat, sempre più diffuso nei casinò in Italia.

GD Casinò è un casinò autorizzato da AAMS, concessione GAD n° 15028.

SCOPRI ORA TUTTI I GIOCHI DI GD CASINÒ